“E’ stata una esperienza bellissima!”, esclamano in coro i tre classe 2005 del Futbolclub, chiamati in prova dalla Academy della Sampdoria nel corso di questa settimana. I due attaccanti Fabio Massimo Perrone e Federico Travisani, più il centrocampista Simone Maurillo, si sono allenati con la Under 14 blucerchiata agli ordini di mister Matteo Pastorino, confrontandosi con delle metodologie di lavoro molto simili a quelle utilizzate al Futbol, come conferma Perrone: “Gli esercizi che sono stati a noi proposti in questi giorni non cambiano molto rispetto a quelli ai quali siamo abituati, ma abbiamo trovato un livello tecnico e tattico chiaramente più alto”.  A fargli eco Simone Maurillo, che si sbilancia con un pronostico: “Sono convinto che in un’ipotetica amichevole tra 2005 Futbolclub – Sampdoria saremmo in grado di dire la nostra: terminerebbe al massimo 0-2”, che poi individua l’ostacolo principale: “Segnare ai loro portieri, tutti alti 1,80, sarebbe molto complicato”.  La differenza fisica è stata notata soprattutto nel corso della “partitella in famiglia” da Federico Travisani, che rivela di essersi leggermente emozionato nel primo impatto con una realtà di Serie A, come quella della Samp: “Mister Pastorino mi ha aiutato a calmarmi vedendomi in difficoltà, per questo lo ringrazio molto” dice Federico.

Ospiti della foresteria blucerchiata di Bogliasco, “Casa Samp”, i tre calciatori del Futbolclub hanno conosciuto gli altri ragazzi della Academy, sfidandosi reciprocamente a biliardino, ping pong e play station. Perrone, Travisani e Maurillo sono solo un esempio: l’interconnessione perpetua tra Futbolclub e Sampdoria è sempre più forte e presente, nel nome della “Next Generation”. La dirigenza blucerchiata è stata chiara: chi dimostri, allenamento dopo allenamento, partita dopo partita, di meritarselo, avrà la chance di “provare” con la Samp a Bogliasco.