SAMPDORIA E FUTBOLCLUB: UN RAPPORTO VIRTUOSO. PARLA GIOVANNI INVERNIZZI

La nuova stagione sportiva è alle porte: la Sampdoria rafforza sempre piu la sua Academy, di cui il progetto “Next Generation” è fiore all’occhiello su tutto il territorio nazionale. Giovanni Invernizzi, ex bandiera blucerchiata, ha qualcosa da riferire sulla situazione delle giovanili doriane.

Quali le novità dell’Academy doriana per la stagione sportiva che è ormai alle porte?

La novità è sicuramente che la Primavera sarà sotto diretto controllo e direzione tecnica della Prima Squadra più degli altri anni. Una nuova impostazione più al passo con i tempi per considerare sempre più la Primavera come una “seconda squadra” e non come la “prima squadra del settore giovanile”. C’è stato l’ingresso di Felice Tufano nuovo allenatore per l’under 17, che aveva già avuto dei trascorsi in Sampdoria e poi si è spostato a lavorare con Juventus, Parma e Sassuolo. Inoltre, ci sono le conferme di Alessi, Augusto e Pastorino.

I ragazzi del Futbolclub chiamati a Genova in prova nella passata stagione sono stati ospiti di “Casa Samp” a Bogliasco. Quanto è importante usufruire di una “foresteria” all’avanguardia come quella voluta dalla dirigenza doriana?

E’ fondamentale, ci permette di far vivere i ragazzi in un ambiente dove affrontare tutte le attività con grande serenità perché vengono per giocare a calcio ma non dimentichiamoci che esiste anche una vita scolastica, una vita privata e una necessità di crescere in un periodo adolescenziale che è importantissimo per lo sviluppo della persona. La struttura di Casa Samp è finalizzata ad accompagnare i nostri ragazzi in questo percorso.

A che punto è la “Next Generation Sampdoria”, che si è recentemente espansa anche con l’adesione della Vis Pesaro, Pro Farra e di altre realtà su tutto lo Stivale?

La “Next Generation” si orienterà sempre più sulla qualità. Si investirà sempre più sulla formazione di queste società, dei loro allenatori ed atleti e sulla ricerca sul territorio e sullo scouting dei giovani calciatori. Un po’ meno quantità, un po’ più qualità.

Quali sono le nazioni in cui lo scouting della Sampdoria è maggiormente attivo in questo periodo?

L’attività di scouting della Sampdoria è attualmente, come da tradizione, molto attiva nei paesi dell’Est Europa dove è più facile accedere anche da un punto di vista dei costi e in cui ci sono dei bacini di utenza importanti.

Il Futbolclub si è rinforzato molto a livello dirigenziale. Quali gli auspici che dalla Casa Madre provengono per la nuova stagione?

La Sampdoria vuole rinforzare sempre più questo legame all’insegna del brand comune con il Futbolclub. Vogliamo far crescere il movimento sul territorio laziale, sia formando gli allenatori che i ragazzi coinvolti ampliandone numeri e qualità attraverso la nostra vicinanza. Sarò presente all’Open Day del 3 settembre insieme alla dirigenza per inaugurare l’annata tutti insieme.

SSD Futbolclub