PARLA MACELLARI: «SONO ARRIVATO IN LEGA PRO GRAZIE AL FUTBOLCLUB»

Davide Macellari ha il Futbolclub nel cuore. «Se ho giocato tante partite in Lega Pro lo devo a quello che ho fatto qui, al Futbol». Non ha dimenticato il passato il difensore romano, che ci ha aperto il suo personalissimo diario dei ricordi per fare un passo indietro nel tempo: a quando, ancora adolescente, si era presentato con borsa e scarpini di fronte ai cancelli del centro sportivo di Roma Nord.

Davide, quando è iniziato il tuo percorso al Futbolclub? 

“Mi sono trasferito dalla Lazio al Futbolclub nel 2008. La società era già un punto di riferimento in quegli anni, infatti è sempre stata una delle prime squadre a livello regionale conseguendo ottimi risultati”.

Quale è stato il rapporto con i tuoi compagni durante la tua esperienza al Futbolclub?

“Già nel primo anno della categoria Allievi eravamo un gruppo molto affiatato, fatto di tanti buoni giocatori.  Nessuno cercava di giocare a calcio per altri scopi, eravamo una famiglia. Ci impegnavamo alla morte e ci spronavamo l’un con l’altro: così sono arrivati i risultati. L’anno successivo con gli Juniores Elite siamo arrivati in finale e poi abbiamo vinto anche la Promozione a livello senior. La stagione dopo sono passato all’Atletico Roma, ma a metà anno sono tornato qui per vincere il campionato Juniores”.

Come è proseguita la tua carriera?

“Grazie all’ottima annata col Futbolclub, ho ricevuto la chiamata dell’Arezzo, dove mi sono trasferito per entrare nel “calcio dei grandi”. Tornando a Roma sono poi passato al Fidene, l’anno successivo al Colleferro ed ancora all’Ostiamare. Grazie ad ottime prestazioni, sono arrivato alla corte di Giuliano Giannichedda, che mi ha fortemente voluto al Racing Club Roma, in Lega Pro, dove ho chiuso l’anno calcistico con 25 presenze ed un gol. Ora sto cercando la soluzione migliore per il mio futuro”.

Quanto pensi che il Futbolclub abbia inciso sul tuo percorso di crescita come calciatore?

“Il periodo al Futbolclub mi ha fortemente aiutato ad arrivare a calcare palcoscenici importanti. Tuttora con i miei ex-compagni al Futbol ci sentiamo ancora, usciamo insieme spesso e siamo riconoscenti alla società per averci permesso di crescere insieme sia dal punto di vista umano che calcistico”.